Tutorial: come coprire una torta con la pdz

Buongiorno!
Eccomi di nuovo con un tutorial di quelli che avrei taaaanto voluto trovare quando ho iniziato a fare torte decorate e che spero si riveli utile per molti di voi.
Oggi vi mostrerò come faccio a ricoprire le mie torte con la pdz, la pasta di zucchero.

Cosa serve?

pasta di zucchero (ovviamente ^_^)
un coltellino affilato
crema di burro (fatta con 100 gr di burro morbido montato con 200 gr di zucchero a velo)
1 mattarello
1 smoother (lo trovate *QUI*)
1 supporto girotorta (opzionale, lo trovate *QUI*)




Come si fa?

Allora, innanzitutto prendiamo la nostra torta.. Io ho fatto la Victoria Sponge Cake, una classica base per dolci decorati, se volete la ricetta la trovate cliccando **QUI**.


Innanzitutto le ho tolto la "calotta" che si forma naturalmente in forno. Poi l'ho capovolta a testa in giù, così da avere il fondo sopra e la parte con la "mollica" sotto. Questo trucchetto lo uso con tutte le torte, così ho una base liscissima su cui lavorare e non devo preoccuparmi di eventuali briciole.


Quindi prendo la crema al burro.

Inizio a coprire la torta con la crema al burro, prima sopra, poi ai lati aiutandomi con un coltello, infine "rifinisco" il tutto cercando di ottenere uno strato uniforme. Non preoccupatevi, non serve essere precisissimi in questa fase, perchè poi la pdz si adatterà bene in ogni caso.


Quindi prendo la pdz del colore che ho scelto e la stendo con un mattarello. Per non farla attaccare, di solito "ungo" il piano di lavoro con un pò di margarina. Dobbiamo ottenere più o meno un cerchio più grande della circonferenza della nostra torta. Dobbiamo fare attenzione che non sia però troppo sottile altrimenti una volta stesa sulla torta si romperà facilmente. Io solitamente la faccio spessa 2-3 millimetri, mai meno.


Aiutandomi con il mattarello, avvolgo la pdz su di esso e, facendo estrema attenzione, la porto sulla torta, dove la dispiego sempre aiutandomi con il mattarello.


A questo punto con le mani inizio a pressare con delicatezza la pdz sulla torta, facendola aderire bene. Con un coltellino taglio il bordo in più e lo elimino. Il girotorta è davvero comodissimo in questa fase perchè permette di lavorare su tutti i lati della torta senza diventare matti a girarla o girarci intorno, ma semplicemente girando il supporto con una mano e con l'altra facendo aderire bene tutta la pdz in tutti i punti della torta. Quindi prendo lo smoother e lo uso per livellare la pdz su tutti i lati, specialmente sopra, per evitare spiacevoli bolle o imperfezioni. Inoltre è molto comodo anche sui lati perchè permette di far aderire bene la pdz anche alla base della torta.


Et voilà! La nostra torta è perfettamente coperta e pronta per essere decorata ^_^


Alla prossima!

Giulia di In Cucina Per Caso
per dolcidolcetti.it

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Tutorial: come coprire una torta con la pdz

Buongiorno!
Eccomi di nuovo con un tutorial di quelli che avrei taaaanto voluto trovare quando ho iniziato a fare torte decorate e che spero si riveli utile per molti di voi.
Oggi vi mostrerò come faccio a ricoprire le mie torte con la pdz, la pasta di zucchero.

Cosa serve?

pasta di zucchero (ovviamente ^_^)
un coltellino affilato
crema di burro (fatta con 100 gr di burro morbido montato con 200 gr di zucchero a velo)
1 mattarello
1 smoother (lo trovate *QUI*)
1 supporto girotorta (opzionale, lo trovate *QUI*)




Come si fa?

Allora, innanzitutto prendiamo la nostra torta.. Io ho fatto la Victoria Sponge Cake, una classica base per dolci decorati, se volete la ricetta la trovate cliccando **QUI**.


Innanzitutto le ho tolto la "calotta" che si forma naturalmente in forno. Poi l'ho capovolta a testa in giù, così da avere il fondo sopra e la parte con la "mollica" sotto. Questo trucchetto lo uso con tutte le torte, così ho una base liscissima su cui lavorare e non devo preoccuparmi di eventuali briciole.


Quindi prendo la crema al burro.

Inizio a coprire la torta con la crema al burro, prima sopra, poi ai lati aiutandomi con un coltello, infine "rifinisco" il tutto cercando di ottenere uno strato uniforme. Non preoccupatevi, non serve essere precisissimi in questa fase, perchè poi la pdz si adatterà bene in ogni caso.


Quindi prendo la pdz del colore che ho scelto e la stendo con un mattarello. Per non farla attaccare, di solito "ungo" il piano di lavoro con un pò di margarina. Dobbiamo ottenere più o meno un cerchio più grande della circonferenza della nostra torta. Dobbiamo fare attenzione che non sia però troppo sottile altrimenti una volta stesa sulla torta si romperà facilmente. Io solitamente la faccio spessa 2-3 millimetri, mai meno.


Aiutandomi con il mattarello, avvolgo la pdz su di esso e, facendo estrema attenzione, la porto sulla torta, dove la dispiego sempre aiutandomi con il mattarello.


A questo punto con le mani inizio a pressare con delicatezza la pdz sulla torta, facendola aderire bene. Con un coltellino taglio il bordo in più e lo elimino. Il girotorta è davvero comodissimo in questa fase perchè permette di lavorare su tutti i lati della torta senza diventare matti a girarla o girarci intorno, ma semplicemente girando il supporto con una mano e con l'altra facendo aderire bene tutta la pdz in tutti i punti della torta. Quindi prendo lo smoother e lo uso per livellare la pdz su tutti i lati, specialmente sopra, per evitare spiacevoli bolle o imperfezioni. Inoltre è molto comodo anche sui lati perchè permette di far aderire bene la pdz anche alla base della torta.


Et voilà! La nostra torta è perfettamente coperta e pronta per essere decorata ^_^


Alla prossima!

Giulia di In Cucina Per Caso
per dolcidolcetti.it

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.