La ghiaccia reale: cos'è e come si fa


Buongiorno a tutti! Mi chiamo Giulia e sono una maniaca dei dolci decorati.


Di ogni tipo, senza alcuna esclusione: torte monumentali, biscotti decorati, cake pops...tutto ciò che è buonissimo da mangiare e splendido da vedere sono il mio pane quotidiano.

Quando ho scoperto questo mondo, un paio di anni fa, ero una di quelle tante persone "normali" che vedevano un sacco di cose splendide su internet e si domandavano "ma come si farà?" senza capirci un accidente. Poi, pian pianino, mi sono messa a provare un pò di questo e un pò di quello, in un tempo in cui i tutorial sull'argomento erano ancora un miraggio, e ora posso dire di avere acquisito una certa consapevolezza in materia. Maestria no, per carità, ma sono soddisfatta dei risultati che pian pianino riesco ad ottenere nel magico mondo dello zucchero.






Ecco perchè quando DolciDolcetti.it mi ha chiesto di realizzare una serie di tutorial sull'ABC del cake decorating ho accettato più che volentieri: per aiutare tutti quelli che come me vorrebbero indicazioni chiare, semplici e precise su come diventare un pò più abili nella decorazione dei dolci. Cercherò di accompagnarvi alla scoperta delle tecniche più diffuse e degli strumenti necessari per tuffarsi in questo meraviglioso mondo zuccherato con una serie di tutorial che spero possano darvi quelle dritte che io, a suo tempo, non trovavo da nessuna parte.


Oggi iniziamo con un argomento che mi ha sempre un pò intimorita, finchè non ho scoperto che in realtà è molto più semplice di quello che sembra: la ghiaccia reale.


Cos’è la ghiaccia reale? La ghiaccia reale (o royal icing in inglese) è una glassa molto versatile che può essere utilizzata, a seconda della sua consistenza, per fare decorazioni, merletti, decorare biscotti, realizzare fiori, tutto in zucchero ovviamente. E’ fondamentale per fare certe cose che con la pasta di zucchero non potreste mai fare, come le scritte sottili sottili o i “ricami” su torte e biscotti. Per me, personalmente, la ghiaccia reale rappresenta una sfida ancora aperta: dopo la pdz, con la quale mi sento più sicura, è lei la mia nemicamica del momento.


Che attrezzi servono?? Poche cose, ma fondamentali:innanzitutto una sac-à-poche o dei conetti di carta forno. Io uso anche delle bottigliette di plastica con beccuccio sottile, che mi vengono molto comode quando faccio grandi quantità di biscotti, e ovviamente dei beccucci da sac-à-poche della forma e dimensione che preferite. Poi coloranti in pasta o gel o polvere, ma assolutamente **NON** liquidi perchè anche la ghiaccia reale, proprio come la pdz, teme l’acqua come la peste!


Mi riuscirà al primo colpo? Non vedo perchè no! Però ovviamente bisogna dotarsi di un pò di pazienza, perchè non si nasce maestri e i disastri sono sempre in agguato! Suggerisco, per esperienza personale, di cominciare da cose semplici e poi allargarsi a cose più complicate, e di fare un pò di prove “private” prima di promettere mari e monti (in ghiaccia) a qualcuno ^_^


**NB: questa mia versione della ghiaccia reale è SUPER VELOCE. Esistono diecimila versioni e non avrete difficoltà a trovarle in internet, quindi mi scuso con le puriste e maestre di quest’arte che inorridiranno a leggere come la faccio io, ma questa è la maniera che più si adatta alle mie esigenze e ai miei tempi **


Fatte queste dovute premesse, veniamo al dunque. Oggi vi mostrerò come potete decorare dei biscotti. La ricetta per i biscotti base che uso io la trovate **QUI**, è semplice e veloce e può essere congelata e scongelata al momento del bisogno quindi è ottima per i nostri esperimenti. Allora prendiamo questi biscotti


 
E procuriamoci i seguenti ingredienti:


1 albume d’uovo senza tracce di tuorlo
zucchero a velo q.b. (circa 400 gr)
qualche goccia di succo di limone e un dito di acqua tiepida
1 pizzico di cremor tartaro


Iniziamo!




1- Mettiamo l’albume in una ciotolina e con una forchetta sbattiamolo velocemente con il limone. In un’altra ciotola più grande mettiamo lo zucchero a velo e il cremor tartaro.


2- Uniamo le due cose e aggiungiamo l’acqua 2-3 gocce alla volta, e mescoliamo tutto con una forchetta. Dovreste ottenere una cosa come in figura 2.


3- Prendiamo le fruste e sbattiamo per circa 5 minuti, o comunque fino ad ottenere la consistenza da noi desiderata. Per fare i nostri biscotti, a noi serve innanzitutto una consistenza abbastanza densa, quindi facciamo la prova dello stuzzicadenti: se passiamo lo stuzzicadenti in mezzo alla ghiaccia, lascia una scia che ci mette circa 20 secondi a sparire…se è così, è pronta ^_^ Copriamo con della pellicola trasparente e facciamo riposare per almeno mezz’ora (questo serve per far sì che le bolle d’aria incorporate dalle fruste vengano a galla).




4- Una volta pronte all’azione, prendiamo diverse ciotoline (o coppette o contenitori, insomma), tante quante sono i colori che vi serviranno. Io in questo caso ho lavorato con tre colori: bianco, rosso e azzurro, quindi ho usato 2 ciotoline (il bianco è rimasto in quella grande).


5- Aiutandovi con uno stuzzicadenti, mettete in ogni ciotolina il colore che volete, e mescolate bene fino ad ottenere la tonalità desiderata (fig. 6). Se non li usate subito, coprite anche questi colori con la pellicola trasparente.




6- Iniziamo dal bianco, o comunque dai bordi. Riempiamo con la ghiaccia la nostra sac-à-poche dal beccuccio fino o la nostra boccetta di plastica e iniziamo a segnare i contorni di quello che vogliamo fare. In queste foto vedete come ho decorato alcuni biscotti semplicemente disegnandoci sopra dei ghirigori (prime foto) mentre altri li ho “segnati” (ultima foto) per fare dei disegni più complessi e riempirli di colore in un secondo momento. Lasciate comunque ad asciugare per circa mezz’ora.




7- Procediamo dunque con quelli che vogliamo colorare o comunque riempire: prendiamo il colore desiderato (es: bianco) e aggiungiamoci qualche goccia d’acqua (per essere sicura che non mi cada troppa acqua, uso un contagocce o uno spruzzino) fino ad ottenere una consistenza da 5 secondi: la riga formata da uno stuzzicadenti in mezzo alla nostra ghiaccia deve metterci circa 5 secondi a sparire. Ecco che abbiamo la nostra consistenza da flood, stesura. Riempiamo quindi la nostra sacca o chi per lei e riempiamo le figure che abbiamo delineato prima. Facciamo così con tutti i colori che ci servono….




Ora lasciamo asciugare il tutto per qualche ora -almeno! Per decorazioni complicate possono servire anche 12 ore!




Ora i nostri biscotti possono piacerci così o possiamo decidere di aggiungere dei particolari più piccoli: basta prendere un conetto molto piccolo e metterci della ghiaccia e decorare a piacimento…




Come dicevo nella premessa, non sono ancora esperta di quest’arte, ma sto pian pianino imparando! Molti errori sono dovuti alle mie manacce che tremano sempre ma sono certa che a voi verranno disegni fantastici!!!


Ecco alcuni esempi di biscotti decorati ottenuti con la tecnica che vi ho spiegato:




Ecco, ora tocca a voi, non avete più scuse per non provare a fare anche voi i vostri biscotti decorati!
Alla prossima!


Giulia per DolciDolcetti.it
(passa a trovarmi nel mio blog, In Cucina Per Caso)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

La ghiaccia reale: cos'è e come si fa


Buongiorno a tutti! Mi chiamo Giulia e sono una maniaca dei dolci decorati.


Di ogni tipo, senza alcuna esclusione: torte monumentali, biscotti decorati, cake pops...tutto ciò che è buonissimo da mangiare e splendido da vedere sono il mio pane quotidiano.

Quando ho scoperto questo mondo, un paio di anni fa, ero una di quelle tante persone "normali" che vedevano un sacco di cose splendide su internet e si domandavano "ma come si farà?" senza capirci un accidente. Poi, pian pianino, mi sono messa a provare un pò di questo e un pò di quello, in un tempo in cui i tutorial sull'argomento erano ancora un miraggio, e ora posso dire di avere acquisito una certa consapevolezza in materia. Maestria no, per carità, ma sono soddisfatta dei risultati che pian pianino riesco ad ottenere nel magico mondo dello zucchero.






Ecco perchè quando DolciDolcetti.it mi ha chiesto di realizzare una serie di tutorial sull'ABC del cake decorating ho accettato più che volentieri: per aiutare tutti quelli che come me vorrebbero indicazioni chiare, semplici e precise su come diventare un pò più abili nella decorazione dei dolci. Cercherò di accompagnarvi alla scoperta delle tecniche più diffuse e degli strumenti necessari per tuffarsi in questo meraviglioso mondo zuccherato con una serie di tutorial che spero possano darvi quelle dritte che io, a suo tempo, non trovavo da nessuna parte.


Oggi iniziamo con un argomento che mi ha sempre un pò intimorita, finchè non ho scoperto che in realtà è molto più semplice di quello che sembra: la ghiaccia reale.


Cos’è la ghiaccia reale? La ghiaccia reale (o royal icing in inglese) è una glassa molto versatile che può essere utilizzata, a seconda della sua consistenza, per fare decorazioni, merletti, decorare biscotti, realizzare fiori, tutto in zucchero ovviamente. E’ fondamentale per fare certe cose che con la pasta di zucchero non potreste mai fare, come le scritte sottili sottili o i “ricami” su torte e biscotti. Per me, personalmente, la ghiaccia reale rappresenta una sfida ancora aperta: dopo la pdz, con la quale mi sento più sicura, è lei la mia nemicamica del momento.


Che attrezzi servono?? Poche cose, ma fondamentali:innanzitutto una sac-à-poche o dei conetti di carta forno. Io uso anche delle bottigliette di plastica con beccuccio sottile, che mi vengono molto comode quando faccio grandi quantità di biscotti, e ovviamente dei beccucci da sac-à-poche della forma e dimensione che preferite. Poi coloranti in pasta o gel o polvere, ma assolutamente **NON** liquidi perchè anche la ghiaccia reale, proprio come la pdz, teme l’acqua come la peste!


Mi riuscirà al primo colpo? Non vedo perchè no! Però ovviamente bisogna dotarsi di un pò di pazienza, perchè non si nasce maestri e i disastri sono sempre in agguato! Suggerisco, per esperienza personale, di cominciare da cose semplici e poi allargarsi a cose più complicate, e di fare un pò di prove “private” prima di promettere mari e monti (in ghiaccia) a qualcuno ^_^


**NB: questa mia versione della ghiaccia reale è SUPER VELOCE. Esistono diecimila versioni e non avrete difficoltà a trovarle in internet, quindi mi scuso con le puriste e maestre di quest’arte che inorridiranno a leggere come la faccio io, ma questa è la maniera che più si adatta alle mie esigenze e ai miei tempi **


Fatte queste dovute premesse, veniamo al dunque. Oggi vi mostrerò come potete decorare dei biscotti. La ricetta per i biscotti base che uso io la trovate **QUI**, è semplice e veloce e può essere congelata e scongelata al momento del bisogno quindi è ottima per i nostri esperimenti. Allora prendiamo questi biscotti


 
E procuriamoci i seguenti ingredienti:


1 albume d’uovo senza tracce di tuorlo
zucchero a velo q.b. (circa 400 gr)
qualche goccia di succo di limone e un dito di acqua tiepida
1 pizzico di cremor tartaro


Iniziamo!




1- Mettiamo l’albume in una ciotolina e con una forchetta sbattiamolo velocemente con il limone. In un’altra ciotola più grande mettiamo lo zucchero a velo e il cremor tartaro.


2- Uniamo le due cose e aggiungiamo l’acqua 2-3 gocce alla volta, e mescoliamo tutto con una forchetta. Dovreste ottenere una cosa come in figura 2.


3- Prendiamo le fruste e sbattiamo per circa 5 minuti, o comunque fino ad ottenere la consistenza da noi desiderata. Per fare i nostri biscotti, a noi serve innanzitutto una consistenza abbastanza densa, quindi facciamo la prova dello stuzzicadenti: se passiamo lo stuzzicadenti in mezzo alla ghiaccia, lascia una scia che ci mette circa 20 secondi a sparire…se è così, è pronta ^_^ Copriamo con della pellicola trasparente e facciamo riposare per almeno mezz’ora (questo serve per far sì che le bolle d’aria incorporate dalle fruste vengano a galla).




4- Una volta pronte all’azione, prendiamo diverse ciotoline (o coppette o contenitori, insomma), tante quante sono i colori che vi serviranno. Io in questo caso ho lavorato con tre colori: bianco, rosso e azzurro, quindi ho usato 2 ciotoline (il bianco è rimasto in quella grande).


5- Aiutandovi con uno stuzzicadenti, mettete in ogni ciotolina il colore che volete, e mescolate bene fino ad ottenere la tonalità desiderata (fig. 6). Se non li usate subito, coprite anche questi colori con la pellicola trasparente.




6- Iniziamo dal bianco, o comunque dai bordi. Riempiamo con la ghiaccia la nostra sac-à-poche dal beccuccio fino o la nostra boccetta di plastica e iniziamo a segnare i contorni di quello che vogliamo fare. In queste foto vedete come ho decorato alcuni biscotti semplicemente disegnandoci sopra dei ghirigori (prime foto) mentre altri li ho “segnati” (ultima foto) per fare dei disegni più complessi e riempirli di colore in un secondo momento. Lasciate comunque ad asciugare per circa mezz’ora.




7- Procediamo dunque con quelli che vogliamo colorare o comunque riempire: prendiamo il colore desiderato (es: bianco) e aggiungiamoci qualche goccia d’acqua (per essere sicura che non mi cada troppa acqua, uso un contagocce o uno spruzzino) fino ad ottenere una consistenza da 5 secondi: la riga formata da uno stuzzicadenti in mezzo alla nostra ghiaccia deve metterci circa 5 secondi a sparire. Ecco che abbiamo la nostra consistenza da flood, stesura. Riempiamo quindi la nostra sacca o chi per lei e riempiamo le figure che abbiamo delineato prima. Facciamo così con tutti i colori che ci servono….




Ora lasciamo asciugare il tutto per qualche ora -almeno! Per decorazioni complicate possono servire anche 12 ore!




Ora i nostri biscotti possono piacerci così o possiamo decidere di aggiungere dei particolari più piccoli: basta prendere un conetto molto piccolo e metterci della ghiaccia e decorare a piacimento…




Come dicevo nella premessa, non sono ancora esperta di quest’arte, ma sto pian pianino imparando! Molti errori sono dovuti alle mie manacce che tremano sempre ma sono certa che a voi verranno disegni fantastici!!!


Ecco alcuni esempi di biscotti decorati ottenuti con la tecnica che vi ho spiegato:




Ecco, ora tocca a voi, non avete più scuse per non provare a fare anche voi i vostri biscotti decorati!
Alla prossima!


Giulia per DolciDolcetti.it
(passa a trovarmi nel mio blog, In Cucina Per Caso)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.